Data / Ora
Date(s) - 18/10/2018
19:00

Categorie No Categorie


Il mese missionario, quest’anno, ospita i lavori del tanto atteso Sinodo dei Giovani, che si terrà a Roma, dal 3 al 28 ottobre prossimi e fortemente voluto da Papa Francesco. Infatti, nel suo Messaggio per la Giornata Missionaria Mondiale 2018, intitolato “Insieme ai giovani, portiamo il Vangelo a tutti”, egli parte dalla fede cristiana che resta sempre “giovane”, quando si apre alla missione che Cristo ci consegna: «La missione rinvigorisce la fede».La vita stessa è una missione. Ogni uomo e donna rappresentano una missione. Essere attratti ed essere inviati sono i due movimenti che il nostro cuore, soprattutto quando è giovane in età, sente come forze interiori dell’amore che promettono futuro e spingono in avanti la nostra esistenza. Ognuno di noi è chiamato a riflettere su questa realtà: «Io sono una missione in questa terra, e per questo mi trovo in questo mondo». Il Papa invita i giovani a trasmettere la fede fino agli estremi confini della terra, in forza del battesimo, che per sua natura ci “manda alle genti” (missio ad gentes). Gli estremi confini della terra sono oggi molto relativi e sempre facilmente “navigabili”. Il mondo digitale, le reti sociali che ci pervadono riducono distanze e differenze. Sembra tutto a portata di mano, tutto così vicino ed immediato. Eppure senza il dono coinvolgente delle nostre vite, potremo avere miriadi di contatti, ma non saremo mai immersi in una vera comunione di vita. La missione fino agli estremi confini della terra esige il dono di se stessi. Per un giovane che vuole seguire Cristo, l’essenziale è la ricerca e l’adesione alla propria vocazione. E il Sinodo sarà un’ulteriore occasione per diventare discepoli missionari sempre più appassionati per Gesù e la sua missione, fino agli estremi confini della terra”.

Con questi auspici e la speranza nei giovani, il Papa ci introduce all’ottobre missionario, immancabile appuntamento annuale che coinvolge tutte le Chiese del mondo, attraverso l‘Ufficio per la Cooperazione missionaria tra le Chiese, comunemente noto come Ufficio Missionario.

Le Iniziative proposte dall’ Ufficio diocesano sono molteplici, suddivise in attività di Animazione, Formazione e Cooperazione (come dalla brochure allegata).

Il cammino svolto finora ha visto protagoniste già alcune parrocchie: iniziando dalla parrocchia SS. Stefano e Vito di Baia Latina, con un percorso sul Natale ed i presepi; passando per S. Nicola di Bari di Pratella con incontri sulla parrocchia missionaria; Maria SS. Assunta di Alife, con iniziative per l’ottobre missionario; da S. Croce di Raviscanina, con l’esperienza del GrEst all’insegna della missione; alla parrocchia S. Maria Maggiore di Piedimonte Matese in continua formazione per una cultura di condivisione. Infatti, da questa parrocchia provengono le prime giovani volontarie, inviate al COMIGI 2018 ossia Convegno Missionario Giovanile Nazionale, tenutosi a Sacrofano ad aprile scorso, e che ora sono state inserite nel Centro missionario diocesano. Provenienti dall’Azione Cattolica, hanno scelto di formarsi allo spirito missionario, secondo il Magistero della Chiesa, seguendo un percorso di formazione attivato dall’ufficio, in collaborazione con la Pastorale sociale.

In cantiere, i prossimi appuntamenti:

lunedì 1 ottobre alle 18.30, la parrocchia S. Croce di Raviscanina ospiterà l’ufficio diocesano per la celebrazione di apertura dell’ottobre missionario. Animerà la liturgia il Coro “San Nicola di Bari” di Pratella, le giovani testimonieranno l’esperienza del COMIGI 2018 e ai bambini saranno distribuiti i salvadanai, educandoli a pensare a chi è meno fortunato.

 

Giovedì 18 ottobre alle 19.00, presso il Monastero S. Benedetto a Piedimonte, l’ufficio e le suore Adoratrici perpetue del SS. Sacramento pregheranno con tutte le religiose della diocesi e con coloro che vorranno unirsi all’adorazione missionaria “Insieme ai giovani, portate il Vangelo a tutti”.

 

Domenica  21 ottobre in tutte le Chiese del mondo si celebrerà la 92^ Giornata Missionaria Mondiale.

 

Sabato 27 ottobre, alle 20.00, ci si incontrerà presso la basilica di S. Maria Maggiore di Piedimonte, che sarà la location in cui l’ufficio inaugurerà l’iniziativa “Ad Gentes”, un concerto per sensibilizzare allo spirito missionario, con la partecipazione del Coro “San Nicola di Bari” di Pratella.

 

E il 31 ottobre alle 18, si ritornerà a Raviscanina, per la consueta “Festa dei Santi”, con il recital dei bambini “Santi si può!”, organizzato dall’ufficio, per la celebrazione di chiusura  dell’ottobre missionario.

L’invito a partecipare è rivolto a tutti, per creare un vero spirito di condivisione tra le parrocchie in cammino.

Chi è dunque il missionario? Per dirla con P. Giulio Albanese, direttore di “Popoli e Missione”: “E’ colui che ha un cuore dilatato sul mondo, capace di abbracciare le istanze dei poveri nei bassifondi della storia, per essere sale della terra, luce del mondo e fermento di una nuova umanità”.

 

Mappa non disponibile