Nel decreto Ad Gentes del Concilio Vaticano II le Pontificie Opere Missionarie (PP.OO.MM.) sono raccomandate «sia per infondere nei cattolici, fin dalla più tenera età, uno spirito veramente universale e missionario, sia per favorire una adeguata raccolta di sussidi a vantaggio di tutte le missioni e secondo le necessità di ciascuna» (n. 38).

Giovanni Paolo II nella Redemptoris Missio ricorda espressamente che «le quattro Opere Missionarie – Propagazione della Fede, San Pietro Apostolo, Infanzia Missionaria e Unione Missionaria – hanno in comune lo scopo di promuovere lo spirito missionario universale in seno al popolo di Dio» (n. 84).

Nate in momenti diversi, attorno ad esse sorse subito un intenso fervore di solidarietà ma i primi doni per la missione richiesti dai fondatori furono piuttosto la preghiera e il sacrificio, convinti che la comunione dei santi è per la missione più efficace di qualsiasi altra forma di cooperazione.

Nel 1922 le Pontificie Opere Missionarie furono approvate e fatte proprie dalla Santa Sede come l'organismo principale della Chiesa cattolica per aiutare i missionari e le giovani Chiese nell'annuncio del Vangelo e nella testimonianza di carità. 

Dalle Opere, nel 1926, è nata la proposta della Giornata Missionaria Mondiale (penultima domenica di ottobre), il cui scopo principale è quello di sensibilizzare i fedeli alle esigenze universali dell'evangelizzazione missionaria per vivere realmente  in comunione di fede e di solidarietà con le Chiese sorelle di tutto il mondo.

Affidate alla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, presso la quale sono coordinate da un apposito Comitato direttivo, le seguenti Opere sono oggi presenti in 132 Paesi:

Pontificia Opera della Propagazione della Fede (in Italia Missio Adulti e famiglie
Pontificia Opera dell’Infanzia Missionaria (in Italia Missio Ragazzi)
Pontificia Opera di San Pietro Apostolo (P.O.S.P.A.)
Pontificia Unione Missionaria (in Italia Missio Consacrati)

Ad esse si affianca l'azione di Missio Giovani che raccoglie l'eredità del Movimento Giovanile Missionario delle Pontificie Opere Missionarie.

Nelle singole Chiese locali le PP.OO.MM. operano nell'ambito del Centro missionario diocesano per un’educazione permanente e capillare di ragazzi, giovani, adulti, famiglie, consacrati/e, anziani e malati alla missione  universale“ad gentes”.