Pontificie Opere Missionarie Ufficio Cooperazione tra le Chiese
  • Missio
  • Giovani
  • Ragazzi
  • Famiglie
  • Consacrati
  • 3 dicembre: giornata missionaria sacerdotale

     

     

                                                                                                      Clicca qui

  • Liberi di partire, liberi di restare

     

     

     

      

      Clicca qui

  • Schede operative TRASFIGURARE

     

     

     

                                  Clicca qui

  • Festival della missione

                                                                                                                                                                                             

     

      Clicca qui 

  • Costruisci un Ponte Mondiale

     

     

     

     

     

           Clicca qui

Agenda Missio
20
NOV
Incontro direttori cmd di nuova nomina
31
DIC
Calendario attivitą 2017
01
GEN
Calendario attivitą 2018
  • Video
  • Foto
  • SPOT GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE 2016

  • CAMPAGNA "IL DIRITTO DI RIMANERE NELLA PROPRI...

  • "DALLA PARTE DEI POVERI"-GIORNATA MISSIONARIA...

  • OSCAR ROMERO BEATO

Seminario a Gallipoli

Affacciate sullo stesso mare e segnate dalla storia comune di civiltà millenarie, le città storiche del Mediterraneo si confrontano dall’8 al 9 settembre a Gallipoli (Le) per il XII seminario internazionale della Conference permanente des Villes Historiques de la Mediterranée (CPVHM) in collaborazione con l'Istituto di studi e Programmi per il Mediterranneo (ISPROM)sul tema “Programmare la pace nel Mediterraneo. Demografia e migrazioni, redistribuzione delle risorse e tutela dell’ambiente”.

Sono ben 60 le città che fanno parte della Conferenza permanente e rappresentano Algeria, Cipro, Croazia, Francia, Grecia, Italia, Libano, Malta, Marocco, Palestina, Slovenia, Spagna, Tunisia e Turchia, una rete di realtà urbane costruita su due postulati: l’identità tra pace e sviluppo e l’impegno per incrementare la programmazione a livello locale di tutte le tematiche legate allo sviluppo. Il seminario vuole offrire spunti per ragionare su come collaborare nell’affrontare sfide comuni di quest’epoca segnata dalle migrazioni di grandi masse di uomini e di grandi mutamenti climatici.

Tenendo conto di una importante eredità storica che può servire a progettare nuove strategie per l’oggi e il domani di milioni di persone. Nella mattina dell’8 settembre, dopo i saluti delle autorità locali, il seminario sarà aperto dall’intervento di Anton Suleman, neo sindaco di Betlemme (città gemellata con Gallipoli), a cui faranno seguito le relazioni di molti docenti di Università italiane e straniere per confrontarsi sul progetto di creare un “Osservatorio Mediterraneo della programmazione locale. Poteri e saperi locali”. 

 

Miela Fagiolo D’Attilia

 

Non ci sono commenti per questa notizia!
Realizzato da:
SynusMedialab